Mensa “Dal Primo Fiore”

mensa sanremoIl fiore all’occhiello delle attività fino ad ora svolte è senza dubbio la Mensa “Dal Primo Fiore” di via Meridiana. La sera del 6 Gennaio 1999 alle ore 18,00 viene aperta per la prima volta la porta della mensa: ad aspettare ci sono 5 persone. Dopo aver detto una preghiera di ringraziamento viene servita dai volontari una minestra semplice e calda e un po’ di frutta. La fame di queste persone era così chiara che ancora oggi i primi volontari si ricordano di quel signore che il 6 Gennaio 1999 mangiò quattro piatti di minestra. La mattina del 7 Gennaio 1999 viene servita la prima colazione.

In questi anni la Mensa ha servito più di 320.000 pasti ed offre aiuto anche a diverse famiglie, direttamente a casa loro.

Gli utenti che accedono alla Mensa appartengono alle più svariate categorie: anziani pensionati, giovani lavoratori, donne, persone residenti nel nostro Comune o solo di passaggio, giovani italiani, comunitari ed extracomunitari provenienti da tutto il mondo la cui affluenza è sempre in continuo aumento.

mensa sanremoNel tempo e con l’esperienza dei volontari, è stata abolita la prima colazione ed il servizio ai tavoli di modo che ogni utente sia libero, grazie ad un self-service, di scegliere cosa e quanto mangiare in base al proprio appetito e ai propri gusti, così da non avanzare nel piatto quello che un altro utente vorrebbe invece mangiare. Inizialmente ogni utente che per la prima volta voleva accedere alla Mensa doveva presentare all’addetto all’accoglienza un documento di riconoscimento e riceveva una tessera cartacea con una scadenza mensile rinnovabile. In seguito al continuo aumento dell’utenza ed alla necessità di maggiore sicurezza all’interno della struttura, sono state fatte diverse modifiche sino ad arrivare alle modalità di accesso attuali sommariamente descritte di seguito.

All’esterno della struttura 15 minuti prima dell’inizio del servizio è presente una guardia giurata che contribuisce all’ordine di chi vuole entrare alla mensa nel rispetto degli abitanti del quartiere. Le persone che abitualmente accedono alla mensa lo posso fare attraverso una tessera magnetica che viene rilasciata dalla vigilanza dopo l’autorizzazione del Centro Ascolto Caritas al quale vengono inviati i nuovi utenti dopo il primo ingresso.

Colonna portante della Mensa sono senza dubbio i volontari che attualmente sono circa 80. Ogni volontario ha un turno fisso in un determinato giorno della settimana ed il suo servizio inizia orientativamente alle 15.00 e termina alle 19.30.

cucina mensaOgni turno è composto in media da 5 volontari, compreso un capoturno, che provvedono alla preparazione della cena, al servizio self-service ed alla pulizia dei locali. Il cuoco di ogni turno si deve attenere, in linea di massima ed in base agli alimenti disponibili ogni giorno, al menù settimanale, segnando in un apposito quaderno quanto servito ed il numero degli utenti.

Ogni giorno i volontari preparano menù così appetitosi da fare concorrenza ai migliori ristoranti e pensare che inizialmente l’obiettivo della Mensa era quello di dare ad ognuno un piatto di minestra calda!

E’ di particolare valore la generosità di alcuni panettieri, macellai, dei commercianti del Mercato annonario di Sanremo, del supermercato Coop e del Banco Alimentare che grazie ai loro prodotti ed alle loro donazioni permettono alla Mensa di presentare ogni giorno ai propri utenti piatti gustosi e invitanti.

E’ da evidenziare una particolare attività promossa tutti i primi Giovedì di ogni mese presso la Mensa di via Meridiana. Questa attività è denominata “cena del sorriso” ed è a tutti gli effetti una cena di beneficenza organizzata e curata dai volontari dell’Associazione il cui ricavato (l’offerta è libera) permette di contribuire ad integrare il bilancio.

Ricordiamo, infine, che l’Associazione non si avvale di persone stipendiate, né è promesso ai volontari alcun tipo di retribuzione o compenso : tutto è – e sarà sempre – basato solo ed esclusivamente sul volontariato puro.